Bonus (pallacanestro)


Nello sport del basket , la situazione bonus (detta anche situazione di penalità ) si verifica quando una squadra accumula un numero necessario di falli , il cui numero varia a seconda del livello di gioco. Quando una squadra ha commesso il numero necessario di falli, ogni fallo successivo porta la squadra avversaria a prendere tiri liberi a prescindere dal tipo di fallo commesso (cioè se il fallo è stato un fallo di tiro). [1] Le squadre sotto il limite sono comunemente chiamate falli da daree quindi possono provare a sconvolgere i loro avversari senza penalizzare i tiri liberi. Questi falli vengono resettati ogni quarto o mezzo a seconda delle regole in uso (es. FIBA, NBA, NCAA, ecc.).

FIBA

Secondo le regole della FIBA , utilizzate per tutte le competizioni che coinvolgono squadre internazionali e la maggior parte delle leghe al di fuori degli Stati Uniti, la sanzione viene attivata quando una squadra commette più di quattro falli in un quarto; il quinto e il successivo fallo di squadra subiranno penalità. Tutti i successivi falli difensivi senza tiro commessi da quella squadra nello stesso quarto concedono due tiri liberi. Tutti i falli commessi dai giocatori contano per il conteggio del fallo della squadra.

Solo i falli difensivi ricevono i tiri liberi.

I falli di squadra si accumulano dal quarto periodo in poi, poiché tutti i tempi supplementari sono estensioni di questo allo scopo di accumulare fallo di squadra.

FIBA 3×3

Il gioco a 3 giocatori, noto come FIBA 3×3 , ha una regola di penalità leggermente diversa. La penalità viene attivata quando una squadra commette più di sei falli in una partita. Ogni situazione di penalità comportava due tiri liberi di penalità, e il decimo e i successivi falli includevano anche il possesso della palla. [2]

NBA e WNBA

Team Foul Penalty

Nella National Basketball Association e nella Women’s National Basketball Association , si applicano le regole bonus in un quarto a partire dal quinto fallo di squadra. Le regole NBA sulla penalità di squadra sono simili alla versione FIBA, con tre differenze principali.

Solo i falli di palla difensiva e allentata contano per il limite di squadra per la penalità per fallo di squadra. I falli offensivi non contano per la penalità per fallo di squadra. [3]

La penalità per fallo di squadra si applica in un periodo successivo a quando una squadra commette un fallo negli ultimi due minuti se la squadra non ha raggiunto la fase di penalità nei primi dieci (NBA) o otto (WNBA) minuti di quel periodo. In altre parole, entro qualsiasi periodo i tiri liberi vengono assegnati a partire dal quinto fallo O dal secondo fallo negli ultimi due minuti del periodo, se precedente. [3]

Se una partita entra nel tempo straordinario , i conteggi di fallo vengono resettati a 0 e vengono resettati allo stesso modo prima di ogni successivo periodo di straordinario. La fase di penalità inizia con il quarto fallo in ogni periodo di straordinario, invece di cinque per i periodi regolamentari, poiché i periodi di straordinario sono molto più brevi dei periodi di gioco regolari (cinque minuti contro dodici nel gioco regolamentare). Come nel gioco regolamentare, vengono assegnati due tiri liberi per i falli difensivi che non hanno sparato durante il periodo di bonus, e un fallo negli ultimi due minuti mette automaticamente la squadra in fallo di fallo. [3]

Player Foul Penalty

Un giocatore che commette il suo sesto (e successivo) fallo personale e deve rimanere nel gioco perché la squadra non ha giocatori idonei rimanenti, o un giocatore che è stato l’ultimo giocatore a commettere sei falli, e senza giocatori idonei dopo un infortunio o espulsione, è richiamato al gioco, è accusato di un fallo tecnico di condotta non antisportivo, con la penalità di un solo tiro libero, indipendentemente dal fallo offensivo o difensivo. Il giocatore non può essere espulso dal gioco per un fallo tecnico causato da tale.

Questo tipo di fallo tecnico serve in pratica come „penalità fallo giocatore“ di un tiro libero bonus, simile alla penalità per fallo di squadra. Tuttavia, questo tiro libero bonus viene assegnato indipendentemente dal fatto che il fallo sia un fallo offensivo o difensivo.

NCAA

La situazione del bonus è usata anche nel basket americano maschile , ma le regole NCAA sono molto diverse dalle regole bonus della NBA. Le regole base del bonus rimangono le stesse, ma il limite per i falli di squadra è sei per metà. Dopo aver commesso il settimo fallo della metà, una squadra viene penalizzata e alla squadra avversaria viene assegnato almeno un tiro libero per qualsiasi fallo difensivo o allentato, indipendentemente dal fatto che il fallo sia stato sparato o non sparato (i falli offensivi non vengono mai assegnati tiri liberi nella NCAA). In caso di fallo non sparante, il giocatore avversario deve effettuare il primo tiro libero per ottenere un secondo tiro libero. Questo è comunemente indicato come „uno-uno-uno“. [4](Un fallo di tiro non è soggetto a questo requisito, il giocatore otterrà tutti i tiri liberi consentiti dalle regole indipendentemente dal risultato della ripresa precedente.) A partire dal decimo fallo di metà, la squadra in fallo riceve due tiri liberi sui falli che non hanno sparato indipendentemente dal fatto che il primo colpo sia o meno fatto (spesso indicato come il „doppio bonus“). Ai fini del bonus, gli straordinari nella pallacanestro del college sono considerati un’estensione della seconda metà. [5]

Il basket del college femminile ha seguito le regole bonus degli uomini fino alla stagione 2015-16, quando ha adottato le regole bonus FIBA: quattro falli per periodo; due tiri liberi su ogni squadra su quattro; i falli di squadra si accumulano dal quarto periodo in poi, poiché tutte le uscite sono estensioni. [6]

Dal torneo di invito nazionale del 2017 , la NCAA (che gestisce l’evento) ha approvato una serie di regole bonus sperimentali che sono un ibrido delle regole NCAA per le donne e NBA / WNBA. Per quell’evento: [7]

  • Entrambi i conteggi di fallo di squadra sono resettati a zero al segno dei 10 minuti di ciascuna metà (tecnicamente 9:59).
  • Il limite di fallo della squadra è quattro per blocco di 10 minuti, identico al limite delle donne NCAA per ogni quarto.
  • Al quinto fallo di squadra in un blocco di 10 minuti, vengono assegnati due tiri per tutti i falli difensivi o liberi. Anche questo è effettivamente identico all’attuale regola delle donne NCAA.
  • Ogni periodo di straordinario è considerato un periodo separato per l’accumulo di falli di squadra, come nel caso dell’NBA e del WNBA. Il quarto fallo di squadra in un periodo di straordinario fa scattare il cosiddetto „doppio bonus“. A differenza delle regole NBA / WNBA, non vi è un conteggio del fallo separato della squadra per il minuto oi minuti finali di un periodo straordinario (o un blocco o un quarto di 10 minuti durante la regolazione).

Le regole della National Federation of State High School Associations (NFHS), che regolano il basket delle scuole superiori negli Stati Uniti, seguono le regole degli uomini NCAA su questo punto sia per il gioco di ragazzi che per le ragazze. Anche se le regole NFHS dividono il gioco in quarti, il conteggio dei falli della squadra si azzera solo al primo tempo.

Riferimenti

  1. Salta su^ „Basket U: On The Penalty“ . Associazione Nazionale Basket. 18 settembre 2008 . Estratto il 2009-05-02 .
  2. Salta su^ [1]
  3. ^ Salta fino a:a b c „Regola n. 12: Falli e Penalità“ . Associazione Nazionale Basket. 31 gennaio 2001 . Estratto il 2009-05-02 .
  4. Salta su^ „Copia archiviata“ . Archiviato dall’originale in data 2011-10-27 . Retrieved 2011-10-28 .
  5. Salta su^ „Regole di pallacanestro maschile e femminile 2009 NCAA“ (PDF) . NCAA. 2008. p. 124. Archiviato dall’originale (PDF) il 6 febbraio 2009 . Estratto il 2 maggio 2009 . Ogni fallo comune commesso dalla squadra in difesa, iniziando con il settimo fallo della squadra durante la metà, a condizione che il primo tentativo abbia esito positivo
  6. Salta su^ „Il pannello NCAA approva i cambiamenti delle regole del basket femminile“ . ESPN.com . Associated Press . 8 giugno 2015 . Estratto il 6 novembre 2015 .
  7. Salta su^ Brown, CL (13 febbraio 2017). „NIT per provare a resettare i falli ogni 10 minuti“ . ESPN.com . Estratto il 13 febbraio 2017 .

Eine Unterhaltung beginnen

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.