Difesa da uomo a uomo


La difesa da uomo a uomo è un tipo di tattica difensiva utilizzata negli sport di squadra come il football americano , l‘ associazione calcistica , il basket e la netball , in cui ogni giocatore è assegnato per difendere e seguire i movimenti di un solo giocatore in attacco. Spesso, un giocatore sorveglia la sua controparte (ad es. Centro di guardia centrale), ma un giocatore può essere assegnato per proteggere una posizione diversa. Tuttavia, la strategia non è rigida, e un giocatore può cambiare incarico se necessario, o lasciare il suo incarico per un momento per raddoppiare la squadra di un giocatore offensivo. Il termine è comunemente usato anche nel basket femminile, [1]anche se il „giocatore-a-giocatore“ neutrale rispetto al genere ha un certo uso. [2]

L’alternativa alla difesa da uomo a uomo è la difesa a zona , in cui al difensore viene assegnata una specifica area del piano, e quindi sorveglia qualsiasi giocatore offensivo entri nella sua area.

Il vantaggio della difesa da uomo a uomo è che è più aggressivo della difesa di zona. Permette anche al miglior difensore di una squadra di rimanere su un giocatore che deve essere sorvegliato in ogni momento. Lo svantaggio è che consente alla squadra in attacco di eseguire gli schermi in modo più efficace e lascia i difensori più deboli o più lenti più esposti. In una difesa da uomo a uomo, questi difensori sono generalmente compagni di squadra che si avvicinano al loro giocatore offensivo assegnato, e quindi spesso non sono in buona posizione per offrire aiuto nel caso in cui un difensore più debole venga eluso dal giocatore offensivo che sta cercando di proteggere.

Le difese di zona furono bandite dalla National Basketball Association nel 1947. [3] Durante questo periodo, una violazione della difesa illegale fu chiamata quando un difensore stava difendendo un’area invece di uno specifico giocatore offensivo, o stava raddoppiando un giocatore offensivo dal palla. Un cambio di regola nel 2001 alla fine permise la difesa di zona, ma specificò anche che un difensore che si trova all’interno della chiave è limitato a non difendere un giocatore offensivo a distanza di braccio per non più di tre secondi . Se il difensore viola questa regola, un fallo tecnicoviene valutato contro la sua squadra, e alla squadra avversaria viene concesso un tiro libero e il successivo possesso della pallacanestro. Questo rende difficile per le squadre NBA giocare in zona, dal momento che tali difese solitamente posizionano un giocatore nel mezzo della chiave per fermare la penetrazione. [4]

La difesa da uomo a uomo è ancora il principale schema difensivo della NBA, e alcuni allenatori la usano esclusivamente.

Tecnica

Quando difendi la palla (cioè proteggendo l’uomo con la pallacanestro) lontano dal canestro nel basket, i giocatori in genere dovrebbero usare una versione della seguente tecnica: Il difensore sta in piedi e affronta l’avversario. È posizionato tra la palla e il canestro e può essere angolato in una direzione o nell’altra a seconda dello schema difensivo della squadra di quel difensore. Ha i piedi posizionati oltre la larghezza della spalla con la maggior parte del peso distribuito alle palle dei suoi piedi. Tuttavia, i talloni del difensore non dovrebbero essere sollevati dal pavimento, in quanto ciò lo metterebbe fuori equilibrio. Le ginocchia del difensore dovrebbero essere piegate a circa un angolo di novanta gradi con la parte inferiore delle cosce parallele al terreno. Questo posizionerà i glutei difensori in posizione seduta. I difensori indietro dovrebbero essere diritti con una leggera inclinazione in avanti. Questo posizionerà la testa del difensore al centro del suo corpo e manterrà il giusto equilibrio. A seconda degli insegnamenti del suo allenatore, il difensore dovrebbe mettere le mani larghe come se stesse allungando l’apertura alare o mettere una mano in alto e una mano in basso.

Vedi anche

  • Box-and-one difesa
  • Marcatura da uomo a uomo
  • Zona di difesa

Riferimenti

  1. Salta su^ [1]
  2. Salta su^ [2]
  3. Salta su^ http://www.nba.com/analysis/rules_history.html
  4. Salta su^ http://www.sportingcharts.com/dictionary/nba/defensive-three-second-violation.aspx

Eine Unterhaltung beginnen

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.