Ristorante di Michael Jordan


Di Michael Jordan Restaurant è un multi-livello di ristorante e bar dello sport situato a 500 N. LaSalle Street a Chicago , Illinois , Stati Uniti d’America . Prendendo il nome da Michael Jordan , un giocatore di basket con i Chicago Bulls , il ristorante era una volta uno dei luoghi turistici più popolari di Chicago. Ha funzionato dal 1993 fino al 1999, chiudendo poco dopo il secondo pensionamento della Giordania.

Menu e attrazioni

Il ristorante di Michael Jordan si è dichiarato „sportivo e disinvolto“, [1] con un menù americano . Piatti inclusi bistecca, sogliola , pasta, hamburger, costolette, pollo, braciole di maiale e insalate, insieme a “ Maccheroni e formaggio di Juanita „, che si basava su una ricetta della moglie di Jordan. [2] [3]

Il ristorante era ospitato in un edificio a tre piani in mattoni rossi, [3] che in precedenza era servito come parte di una centrale elettrica di funivie . [4] L’edificio era adornato con una pallacanestro alta 25 piedi (7,6 m) sul tetto e uno stendardo da 30 a 30 piedi (9,1 per 9,1 m) di Michael Jordan. Il primo piano comprendeva un bar sportivo con capacità di 150 persone, un videowall da 6×20 piedi (1,8×6,1 m) e un negozio di articoli da regalo che vendeva una grande varietà di articoli in Giordania, compresi abbigliamento e oggetti da collezione autorizzati. fatto su misura per il ristorante da aziende come Nike e Wilson Sporting Goods. Conteneva anche una vasta collezione di cimeli di Michael Jordan, come maglie, trofei, scarpe, fotografie, Sports Illustratedcopertine di riviste e disegni per bambini della star del basket. La sala da pranzo principale da 200 posti, con un ritratto di Jordan dell’artista di Chicago Ed Paschke , era al secondo piano. La famiglia Jordan aveva la sua stanza privata al secondo piano, e il personale del ristorante diceva che la Giordania visitava spesso tre volte alla settimana. Il terzo piano dell’edificio era una sala riunioni e banchetti. [3] [5] Lo studio di progettazione Zakaspace ha lavorato al ristorante. [6]

Michael Jordan ha ricevuto recensioni contrastanti dalla critica. Eleanor Lee Yates del Fayetteville Observer ha detto che il ristorante è stato „una piacevole sorpresa“ [2], mentre Sandra Kallio del Wisconsin State Journal lo haelogiato per „cibo eccellente, personale eccellente e atmosfera rilassante“. [7] Tuttavia, Phil Vettel del Chicago Tribune descrisse il ristorante come „mediocre“. [8]

Storia

Il ristorante di Michael Jordan era nato da un’idea di Joe e Gene Silverberg, proprietari del negozio di abbigliamento Bigsby & Kruthers . Ottennero i diritti di usare il nome di Jordan nel 1990 e spesero $ 6 milioni per lo sviluppo del ristorante. [3] Jordan stesso non ha mai avuto quote di proprietà nel ristorante, anche se ha fornito suggerimenti in termini di arredamento e menu. [9] Ha detto che voleva che fosse il „tipo di posto in cui poter portare la mia famiglia e gli amici a mangiare“. [10]

Il ristorante è stato inaugurato il 28 aprile 1993, nella ex sede di Burhop’s Seafood in LaSalle Street a Chicago. Gli ospiti alla grande apertura hanno incluso il governatore dell’Illinois Jim Edgar , il sindaco di Chicago Richard M. Daley , l’attore Mickey Rooney e il comico Jackie Mason . [11] Durante i primi mesi di attività, il ristorante ha ricevuto fino a 1.500 visitatori e 7.000 telefonate al giorno. Molti hanno aspettato diverse ore per ottenere un tavolo, dal momento che il ristorante non ha preso prenotazioni per la cena. [5] [12]Michael Jordan è rimasto una popolare attrazione turistica per tutti gli anni ’90 e divenne un importante punto di ritrovo per i fan dei Chicago Bulls durante le corse del campionato. [13]

Gene Silverberg ha detto che lui e suo fratello hanno iniziato a fare arie con la Giordania nel 1996, quando Jordan, secondo quanto riferito, tentò di cambiare il ristorante da un’attività familiare a una struttura più sofisticata. Nel 1997, Jordan ha aperto il suo ristorante di Chicago, il più formale One Sixtyblue, e in genere ha smesso di apparire all’altro tranne che per eventi di beneficenza. Il ristorante omonimo della Giordania ha continuato ad attrarre folle nonostante la sua assenza, ma dopo il secondo ritiro della Giordania nel gennaio 1999, gli Silverberg hanno annunciato che avrebbero rimodellato il sito come Ristorante di Sammy Sosa , un’attrazione familiare dal nome del giocatore di baseball dei Chicago Cubs . Progettarono di riaprire il ristorante di Michael Jordan in un edificio più piccolo. [14]

Nell’ottobre del 1999, Jordan chiese a un giudice federale di rescindere il suo contratto con i Silverberg, spiegando che non aveva ricevuto informazioni adeguate sulla mossa proposta. Jordan era anche arrabbiato per il fatto che i Silverberg dichiarassero alla stampa che non appariva regolarmente al loro ristorante. Sosteneva di non essere mai obbligato a farlo, e che gli Silverberg appannavano la sua immagine. [15] I Silverberg chiudono definitivamente il ristorante nel dicembre 1999 [9] e nel giugno 2000 la Giordania ha acquisito i diritti esclusivi per utilizzare il suo nome per i ristoranti di Chicago. [16] Il ristorante di Sammy Sosa non si è mai materializzato, in parte perché Sosa non voleva „calpestare le dita dei piedi di Michael“. [17]

I cimeli del ristorante Michael Jordan sono stati messi all’asta a metà giugno 2000. Ventisei oggetti appartenevano alla collezione privata degli Silverberg. [18]

Note

  1. Salta su^ Zay N. Smith. „Jordan mostra che è davvero un biglietto per i tori“. Chicago Sun-Times . 1993/04/29.
  2. ^ Salta fino a:una b Eleanor Lee Yates. „Cibo una piacevole sorpresa“. L’osservatore di Fayetteville . 1993/07/28.
  3. ^ Salta fino a:d Allan Johnson. „Mangiare come Mike“. Chicago Tribune . 1993/04/29.
  4. Saltate^ Sandy Parlin. „Percorsi di autobus: un’evoluzione che renderebbe orgoglioso Ralph Kramden“. Chicago Tribune. 1997/10/26. Estratto il 2011-11-29.
  5. ^ Salta fino a:una b Eleanor Lee Yates. „Cena con Michael, The Fayetteville Observer,1993-07-28.
  6. Salta su^ David Altaner. „Proprio come ai vecchi tempi: la società di design di ristoranti trova successo nel creare qualcosa di nuovo, qualcosa di vecchio“. Sun Sentinel. 1993/11/19.
  7. Salta in alto^ Sandra Kallio. „Il ristorante di Michael Jordan segna punti per ottimo cibo“. Wisconsin State Journal . 1993/07/11.
  8. Salta su^ Phil Vettel. „Err Jordan: His Restaurant Shoots and Misses“. Chicago Tribune . 1994/01/14.
  9. ^ Salta su:b Maureen O’Donnell. „Il ristorante di Jordan chiude“. Chicago Sun-Times . 1999/12/28.
  10. Salta su^ „Jordan in Restaurant Business“. Rocky Mountain News . 1993/04/06.
  11. Salta^ Mary Cameron Frey. „Pundit Stirs Things Up, Jordan Serves Things Up“. Chicago Sun-Times . 1993/05/02.
  12. Salta su^ Scott Ostler. „Museo moderno di Mike“. Peoria Journal Star . 1993/06/28.
  13. Salta su^ Jeff Call. „Nel suo ristorante, i fan guardano Jordan servire una festa“. Le notizie di Deseret . 1997/06/12.
  14. Salta^ Mark Brown. „Il ristorante di Sosa per sbattere su MJ’s“. Chicago Sun-Times . 1999/09/23.
  15. Salta^ Mark Brown. „Ex-Bulls protagonista in tribunale contro i proprietari di ristoranti“. Chicago Sun-Times . 1999/10/27.
  16. Salta su^ Eric Krol. „Jordan vince diritti esclusivi per il suo nome“. Daily Herald . 2000/06/09.
  17. Salta su^ Ellen Warren e Terry Armor. „Sosa dice che ha accantonato il ristorante a causa della Giordania“. Chicago Tribune . 2001/03/21.
  18. Salta^ Mark Brown. „Gli avanzi di MJ saranno messi all’asta“. Chicago Sun-Times . 2000/06/02.

Eine Unterhaltung beginnen

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.