Zona di difesa


La difesa di zona è un tipo di difesa, usata negli sport di squadra , che è l’alternativa alla difesa da uomo a uomo ; invece di ogni giocatore che difende un giocatore corrispondente nell’altra squadra, a ciascun difensore viene assegnata un’area coperta da „zona“.

Una difesa di zona può essere utilizzata praticamente in tutti gli sport in cui i giocatori difensivi sorvegliano i giocatori dell’altra squadra. La seguente descrizione si riferisce specificamente alla pallacanestro.

I nomi assegnati alle difese di zona iniziano con il numero di giocatori sul fronte della zona (il più lontano dalla porta) seguito dal numero di giocatori nelle zone posteriori. Ad esempio, in una zona 2-3 due difensori coprono le aree nella parte superiore della zona (vicino alla parte superiore della chiave) mentre tre difensori coprono le aree vicino alla linea di base.

Altri tipi di difesa a zona includono:

  • Zona di match-up , difesa ibrida uomo-uomo e zona in cui i giocatori applicano la difesa da uomo a uomo a qualsiasi giocatore avversario entri nella propria area. John Chaney , ex capo allenatore della Temple University , è il più famoso sostenitore di questa difesa.
  • Box-and-one in cui quattro difensori sono in una zona 2-2 e un difensore sorveglia un giocatore specifico sull’offesa. Una variante di questo è il triangolo-e-due , in cui tre difensori sono in una zona 2-1 e due difensori difendono due giocatori offensivi specifici. Questo schema è stato inventato dall’allenatore della National Basketball Hall of Fame e dall’ex allenatore della Temple University, Harry Litwack citazione necessaria ] .

Quando una squadra gioca una zona, i difensori devono tenere le mani in alto e nelle corsie di passaggio e regolare rapidamente le loro posizioni mentre la palla e i giocatori in attacco si muovono. Le squadre che giocano con successo le difese di zona sono molto vocali e comunicano efficacemente dove loro, la palla e gli avversari sono o saranno.

Le squadre che giocano in una zona ogni tanto cercano di „intrappolare“ il gestore palla, una strategia aggressiva di raddoppio del portatore del pallone. Mentre questa tattica può causare un turnover, lascia uno o più giocatori sul reato senza difese. I giocatori non difesi sono generalmente schematizzati in modo da trovarsi sul lato opposto del campo, lontano dalla palla, quindi qualsiasi tentativo di passare la palla a loro avrebbe come risultato un passaggio a lunga distanza o un passaggio di un terzo giocatore offensivo, permettendo la difesa da recuperare. I bravi handler possono anche tentare di „dividere“ la trappola portando la palla attraverso lo spazio nel mezzo dei due difensori intrappolati, creando un vantaggio immediato per l’attacco.

Le difese di zona erano proibite nella National Basketball Association prima della stagione 2001-2002. L’NBA ora consente l’uso di zone, anche se la maggior parte delle squadre non le usa come una strategia difensiva primaria e le difese che caratterizzano un difensore non custodito all’interno della corsia del tiro libero sono ora vietate (una violazione che si traduce in una violazione difensiva di tre secondi , che è un fallo tecnico che è stato implementato anche nella stagione 2001-2002). I Dallas Mavericks sono un esempio di una squadra NBA che usa regolarmente le difese di zona. Durante i playoff del 2011 , la difesa di zona è stata accreditata con il rallentamento delle offese, costringendo i giocatori avversari a determinare quale difesa stavano giocando. [1]Le difese di zona sono più comuni nelle competizioni internazionali, universitarie e giovanili perché la violazione difensiva di tre secondi rende difficile per le squadre NBA giocare zona, dal momento che tali difese solitamente posizionano un giocatore nel mezzo della chiave per fermare la penetrazione. [2]

Vantaggi

Alcuni dei motivi per l’utilizzo di una zona di difesa sono:

  • La squadra avversaria ha un giocatore o giocatori troppo veloci (nel caso delle guardie) o troppo grandi (nel caso di attaccanti o centri) perché una difesa da uomo a uomo sia efficace.
  • Molte zone raggruppano i difensori sulla corsia ma consentono alla squadra in attacco di effettuare tiri a distanza. Se gli avversari sono poveri tiratori a lungo raggio, una zona può essere molto efficace.
  • A meno che non sia coinvolta la cattura, le difese di zona in genere non comportano una pressione aggressiva sul gestore palla e consentono alla squadra in attacco di passare facilmente la palla lungo il perimetro. Questo può consentire al reato di usare più tempo prima che venga tentato un tiro, un vantaggio per le squadre che vogliono rallentare il tempo di un gioco.
  • Un povero giocatore difensivo può spesso essere „nascosto“ in una zona perché i compagni di squadra possono più facilmente aiutare se viene picchiato.
  • Una zona può aiutare i giocatori a correre il rischio di sporcarsi eliminandoli.
  • Giocare una zona è meno faticoso e quindi può aiutare le squadre che soffrono di fatica.
  • Per evitare punteggi facili quando la palla è in-bounded sotto il canestro.
  • Contro squadre con guardie inesperte, le zone di cattura possono disturbare il reato e forzare il turnover.

Svantaggi

Giocare una zona comporta alcuni rischi. Alcuni sono elencati di seguito.

  • Le zone tendono ad essere deboli sul perimetro, quindi non sono molto efficaci contro squadre con buoni tiratori esterni.
  • Le zone hanno spazi vuoti (aree non ben coperte dai difensori) che possono essere sfruttate da squadre che passano bene o che hanno guardie in grado di penetrare nella zona.
  • Se una squadra è indietro nel gioco, giocare una zona è una strategia scadente perché le zone di solito consentono al reato di impiegare più tempo off time su ogni possesso, il che limita il tempo rimanente per la squadra perdente per ridurre il vantaggio. Riduce anche le possibilità di rubare la palla dagli attaccanti e di tentare una rapida contropiede in campo aperto. Questo non è sempre vero; ci sono difese di zona di pressione che possono spesso causare colpi più veloci da parte dell’avversario o provocare palle perse
  • Quando viene tentato un tiro, è spesso più difficile per i giocatori in una zona trovare controparti da battere per il rimbalzo, il che a volte può dare ad un giocatore offensivo un rimbalzo offensivo facile.
  • Le difese di zona richiedono un impegno per intrigare e praticare la zona, sia da allenatori che da giocatori. Mentre molti giocatori hanno familiarità con la difesa delle zone di gioco, a volte non sono esperti nelle sfumature della zona, come la spaziatura, che richiede familiarità ed esperienza. Quando le squadre uomo a uomo passano alla difesa di zona, a volte viene vista come un espediente che viene facilmente sfruttato dai team disciplinati.

Attaccare una zona di difesa

Mentre le strategie per contrastare le difese di zona variano e spesso dipendono dai punti di forza e di debolezza di entrambe le squadre offensive e difensive, ci sono alcuni principi generali che vengono tipicamente usati da squadre offensive quando si trovano di fronte a una zona.

  • Molte zone popolari (come il 2-3, 3-2 e 1-2-2) hanno uno spazio nel mezzo della corsia. Ottenere la palla in questa area può essere molto efficace perché la difesa è spesso costretta a „collassare“ sul gestore palla, liberando altri giocatori per i colpi aperti. Per sfruttare questo gap, molte squadre assegnano un forward per operare nell’area „high post“ vicino alla linea di tiro libero per prendere e distribuire la palla. Un attaccante nella zona di posta alta può anche impostare schermate sui giocatori nella parte superiore della zona per consentire la penetrazione delle guardie.
  • Il passaggio rapido è un elemento importante per attaccare qualsiasi zona. La difesa si sposterà man mano che la palla si muoverà, ma se il fallo può muovere la palla più velocemente di quanto la difesa possa reagire, possono verificarsi colpi aperti. Il sorpasso veloce contro una zona porta spesso ad aprire tiri da tre punti e le difese di zona sono meno efficaci contro le squadre con buoni tiratori a tre punti.
  • La penetrazione del dribbling è molto efficace per abbattere una zona. Se una guardia può dribblare nei varchi nella zona, più difensori devono convergere sulla palla. Il conduttore della palla può quindi passare spesso a un compagno di squadra aperto per un tiro. Questa strategia illustra il motivo per cui impedire la penetrazione del dribbling è importante per giocare un’efficace difesa di zona.
  • Passare la palla verso l’interno della zona può avere effetti simili alla penetrazione del dribbling: quando la difesa crolla, un rapido kick-out al perimetro può risultare in un tiro aperto o in un sorpasso veloce, poiché la difesa è ora squilibrata.
  • Angolo corto: Attaccando il „Corner corto“, o area di riferimento dietro la difesa fuori dalla corsia, contro una zona 2-3 mette la difesa in rotazione e apre il post centrale.
  • Screening the backside of the zone: questo apre i tiratori di weakside fuori da skip pass o rotazione della palla.

Storia della difesa della zona di pallacanestro

Frank Lindley, Newton, allenatore di pallacanestro della KS High School dal 1914 al 1945, fu tra i primi ad utilizzare la difesa di zona e altre innovazioni nel gioco e scrisse numerosi libri sul basket. Terminò la sua carriera con un record del 594-118 e guidò i Railroader a dieci titoli di stato e sette piazzamenti al secondo posto. Jim Boeheim , allenatore della squadra di pallacanestro maschile Syracuse Syracuse , è famoso per l’utilizzo di una zona 2-3 che è tra le migliori della NCAA . La sua zona, che in genere presenta difensori atletici, dirompenti e aggressivi, è diventata un prototipo da utilizzare in altre squadre, compresa la squadra nazionale di basket maschile degli Stati Uniti , dove ha trascorso del tempo come assistente allenatore.

Football americano

Articolo principale: Difesa di zona nel football americano

La difesa di zona nel football americano si riferisce a un tipo di „copertura di passaggio“. Vedi la strategia difensiva del football americano e il blocco delle zone .

Regole australiane calcio

La tattica di difesa della zona, mutuata dalla pallacanestro, è stata introdotta nel calcio australiano alla fine degli anni ’80 da Robert Walls e ha rivoluzionato il gioco. E ’stato utilizzato più efficacemente Essendon Football Cluballenatore Kevin Sheedy .

La tattica viene utilizzata dal calcio fullback dopo che è stato segnato un dietro. Il lato in opposizione al giocatore che calcia in posizione mette i suoi giocatori in avanti, incluso il loro pieno avanti e centro mezzo in avanti, in zone distanziate uniformemente nell’arco posteriore di 50 metri. Questo rende più facile per loro bloccare i principali giocatori e costringe il calcio d’inizio ad essere più preciso, aumentando di fatto il margine di errore che può causare un turnover e un altro tiro in porta. Di conseguenza, i modi migliori per spezzare la zona sono per il terzino a bombardarlo a lungo (oltre 50 metri), spesso richiedendo un basso siluro punt, o per giocare un breve gioco di scheggia fuori dalla difesa e poi per cambiare gioco mentre i giocatori dell’opposizione rompono la zona. Quest’ultimo ha negato l’efficacia della tattica dagli anni ’90.

Un’altra tecnica di kick-in è l‘ huddle , spesso usato prima della zona, che coinvolge tutti i giocatori della squadra avversaria per il giocatore che si accalca a calci e si infrange in direzioni diverse. Il kicker punta in genere in qualsiasi direzione che il bersaglio designato (tipicamente il ruckman ) corre dentro.

Hockey su ghiaccio

In hockey , lettori difendere zone nella trappola zona neutra e serratura sinistra .

Netball

Netball è uno sport simile al basket con strategie e tattiche simili, anche se con sette giocatori per squadra. La difesa a zona è una delle principali strategie difensive utilizzate dai team, insieme alla difesa individuale. Le varianti comuni includono il blocco del campo centrale, la zona box-and-two, la zona diamond-and-two, la box-out e il split-zone. [3]

Ultimate

Articolo principale: Ultimate_ (sport) § Zone_defense

Ultimate consente un certo numero di tattiche di difesa di zona, solitamente impiegate in condizioni povere (come vento, pioggia o neve), per scoraggiare i passaggi lunghi e rallentare il progresso del movimento dell’opposizione.

Vedi anche

  • Box-and-one difesa
  • Difesa da uomo a uomo
  • Marcatura zonale

Riferimenti

  1. Salta su^http://espn.go.com/blog/TrueHoop/post/_/id/30227/carlisle-pushed-all-of-the-right-buttons
  2. Salta su^http://www.sportingcharts.com/dictionary/nba/defensive-three-second-violation.aspx
  3. Salta su^ Jane Woodlands (2006). Il manuale di Netball . Cinetica umana. pp. 131-4. ISBN  0736062653 .

Eine Unterhaltung beginnen

Deine E-Mail-Adresse wird nicht veröffentlicht. Erforderliche Felder sind mit * markiert.